Accademia delle Stelle

Nel cuore pulsante della Crab

M1-Nebulosa del GranchioÈ uno dei luoghi più affascinanti e altamente energetici nelle vicinanze del Sole: M1, ciò che resta dell’esplosione di una supernova storica.

Questa eccezionale immagine del Telescopio Spaziale Hubble ritrae con un dettaglio senza precedenti il vero e proprio “cuore pulsante” di M1, una pulsar, ovvero un astro collassato, residuo della supernova, che sfoggia campi gravitazionali e magnetici di intensità titanica.

Tali campi sono in grado di produrre fenomeni estremamente energetici, dei quali si vede traccia in questa immagine nelle striature arcuate sulla destra: sono onde d’urto che si propagano dalla pulsar.

La pulsar, stella composta di neutronio, grande appena 30 km ma pesante più del Sole, ha una densità di cento milioni di tonnellate al cm cubo e ruota su se stessa 30 volte al secondo emettendo lampi su tutte le lunghezze d’onda, anche di luce visibile, esattamente come un faro.
Nella foto è la stella di destra nella coppia più luminosa, poco a destra del centro dell’immagine.

L’ambiente circostante, pervaso da filamenti dall’aspetto incandescente, dà l’idea della potenza dell’esplosione che dilaniò, nell’estate del 1054, la stella progenitrice.

Questa splendida nebulosa, visibile anche con un binocolo sotto cieli bui, si trova nella costellazione invernale del Toro e dista 6500 anni luce.

Credit: NASA and ESA
Acknowledgment: J. Hester (ASU) and M. Weisskopf (NASA/MSFC)

Il post su Facebook.

Un nuovo volto per la Croce di Einstein

qso2237_Croce-di-Einstein-Cross

Questa spettacolare immagine ritrae il più celebre miraggio gravitazionale cosmico, noto come Croce di Einstein in quanto il grande fisico lo predisse come conseguenza della Relatività Generale.

Cosa vediamo nell’immagine: una galassia (ZW 2237+030) distante da noi 400 milioni di anni luce si trova perfettamente allineata con un quasar (QSO 2237+0305) molto più distante, ad 8 miliardi di anni luce. La gravità della galassia in primo piano deforma lo spazio rendendo possibile alla luce del quasar di raggiungerci contemporaneamente lungo quattro traiettorie diverse creando la lente gravitazionale G2237 + 0305, la Croce di Einstein, appunto.
In questa foto di straordinaria qualità è perfettamente visibile la galassia che funge da lente e il “quadrifoglio” formato dal quasar lensato.

Fenomeni di questo tipo sono fondamentali per indagare l’universo, consentendoci di valutare la massa delle galassie, la formazione delle galassie primordiali, la distribuzione della materia oscura negli ammassi di galassie e molti altri aspetti della fisica.

L’oggetto si trova nella costellazione di Pegaso ai confini con l’Acquario, alle coordinate 22h40m30s +03°21’32” ed è fotografabile ma non visibile con strumenti amatoriali perchè è troppo debole, di magnitudine 16,8.
Altri nomi di questo oggetto sono: PGC 69457, LEDA 69457, Huchra’s Lens, Z 2237.9+0305, AGC 320302, NPM1G +03.0590, UZC J224030.2+032131
Nel riquadro dell’immagine, la nomenclatura delle quattro sorgenti in una foto della Faint Object Camera (ESA) a bordo dello Hubble Space Telescope (NASA).
L’immagine è stata ottenuta combinando l’APOD del 17/12/2017 (Credit & Copyright: J. Rhoads (Arizona State U.) et al., WIYN, AURA, NOAO, NSF) con la foto a colori d’archivio del DSS – Digitized Sky Survey (ESO). Elaborazione grafica © Paolo Colona.

Regalare un telescopio per Natale? Consigli sotto i 100 e i 200 euro.

 

Bimba-telescopioIn occasione del Natale, molte persone ci contattano per avere consigli riguardo al telescopio da comprare per un figlio o un nipote. In questo articolo riportiamo i suggerimenti che diamo a tutti, individuando i migliori telescopi economici. (Ma ricordiamo pure che è sempre possibile regalare anche un corso di Astronomia!)
Continua a leggere

Scuola di astronomia: tutti i corsi dell’Accademia delle Stelle

7Scopri i segreti del cielo con la Scuola di Astronomia dell’Accademia delle Stelle!
Sei corsi differenti durante tutto l’anno: teorici e pratici, base e avanzati, rivolti a tutti.

Presso l’Accademia delle Stelle si possono frequentare durante tutto l’anno sei corsi di astronomia, due per trimestre, uno il lunedì e l’altro il giovedì. (A marzo 2018 apriamo anche un corso a Vicovaro!).
Il calendario dei corsi si trova in fondo alla pagina.
I sei corsi della scuola di astronomia sono tra loro indipendenti e, nell’insieme, costituiscono un’opportunità ideale per entrare nel mondo dell’astronomia.
Continua a leggere