Fontane di vapore acqueo su Europa

artistsconceptmain-full_1Il Telescopio Spaziale Hubble ha osservato delle formazioni riconducibili a pennacchi di vapore che fuoriescono dal satellite Europa di Giove. Una scoperta che sostiene   altre osservazioni che suggerivano che quel satellite ghiacciato eruttasse vapore acqueo a grandi altezze.

Viene così favorita la possibilità che, per raccogliere campioni d’acqua dall’oceano di Europa, una futura sonda non dovrà perforare chilometri e chilometri di ghiaccio.

“L’oceano di Europa è considerato uno dei posti più plausibili per ospitare forme di vita extraterrestri nel Sistema Solare. Tali pennacchi, se esistono realmente, potrebbero essere un altro modo per indagare l’ambiente subsuperficiale di Europa” (Geoff Yoder, NASA).

I getti si pensa che arrivino a 200 km per poi, presumibilmente, far piovere materiale sulla superficie di Europa. Il satellite, ha un grande oceano globale che contiene il doppio dell’acqua presente negli oceani terrestri, ma è schermato da uno strato di ghiaccio estremamente freddo e duro. Non si sa quanto sia spessa questa crosta ghiacciata. Le fontane sarebbero un’opportunità assai allettante per raccogliere campioni provenienti da sotto la superficie senza dover atterrare o scavare nel ghiaccio.

Il team, diretto da William Sparks dello Space Telescope Science Institute (STScI) a Baltimore, ha osservato queste figure a forma di dita osservando il bordo di Europa mentre passava davanti a Giove.

Lo scopo originario di queste osservazioni era di determinare se Europa ha un’atmosfera di qualche tipo. Il gruppo ha pensato di usare lo stesso metodo con cui si studiano le atmosfere di esopianeti per cercare vapore acqueo emesso dalla luna.europa02-photoa-plumes1042x1042-160919

Sparks spiega l’impresa in questi termini: “L’atmosfera di un pianeta extrasolare blocca una parte della luce della stella che gli sta alle spalle. Se c’è una debole atmosfera su Europa, potrebbe bloccare una parte della luce di Giove e potremmo vederla in controluce. E così eravamo a caccia di figure in assorbimento attorno al bordo di Europa mentre passava davanti a Giove”

In 10 diverse occasioni durante 15 mesi, il team ha osservato Europa mentre passava davanti a Giove ed ha osservato ciò che potrebbe essere un pennacchio eruttivo in tre di queste occasioni.

Questo lavoro fornisce evidenza a favore di fontane d’acqua su Europa. Nel 2012 un team diretto da Lorenz Roth del Southwest Research Institute di San Antonio ha rilevato vapore d’acqua sfuggire dalla gelida regione del polo sud di Europa e spingersi ad oltre 160 km nello spazio. Anche se i due gruppi hanno usato lo Spettrografo del Telescopio Spaziale (STIS) sono arrivati alle stesse conclusioni seguendo metodi completamente indipendenti.

“Quando calcoliamo quanto materiale sarebbe necessario per creare quelle figure in assorbimento, otteniamo gli stessi risultati trovati da Roth e dal suo team, anche se lo facciamo in modo completamente differente,” spiega Sparks. “Le stime per la massa sono simili, quelle per l’altezza sono simili. Le latitudini delle due possibili fontane che abbiamo visto corrispondono a quelle dei loro lavori”

Se confermato, Europa sarebbe la seconda luna nota nel Sistema Solare ad avere fontane di vapore. Nel 2005, l’orbiter Cassini della NASA aveva mostrat getti di vapore d’acqua e polvere eiettati dalla superficie della luna di Saturno Encelado.

L’articolo di Sparks e colleghi sarà pubblicato nel numero del 29 settembre di Astrophysical Journal.

http://www.nasa.gov/press-release/nasa-s-hubble-spots-possible-water-plumes-erupting-on-jupiters-moon-europa

Crediti: Hubble Space Telescope (NASA, ESA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *