Un’antica nube in mezzo alla Galassia

La Nebulosa Planetaria HDW 3 ripresa dal telescopio Mayall di 4 metri a Kitt Peak.

La Nebulosa Planetaria HDW 3 ripresa dal telescopio Mayall di 4 metri a Kitt Peak.

HDW 3 è una nebulosa planetaria poco nota nella costellazione di Perseo. Presentiamo una foto straordinaria ripresa dal telescopio Mayall di 4 metri a Kitt Peak.

Il suo nome di catalogo deriva dalle iniziali degli scopritori: Hartl, Dengel, Weinberger che pubblicarono questa debole planetaria nel 1983.

La ragione per cui è rimasta sconosciuta fino a tempi così recenti è la sua estrema debolezza: il guscio di gas emesso dalla stella estinta che l’ha prodotta è infatti evanescente, praticamente invisibile nelle fotografie d’archivio; una caratteristica che fa comprendere come la foto che pubblichiamo sia un vero capolavoro.

La planetaria è antica: la stella che l’ha generata dev’essersi spenta molti millenni or sono dato che la nebulosa si è espansa fino all’incredibile dimensione di oltre 2,5 anni luce.
La rarefazione del gas è proprio la causa della debolezza di questo oggetto che, pur trovandosi a circa 2.800 anni luce, raggiunge il diametro piuttosto generoso di tre primi d’arco (distanza ricavata dai recenti dati Gaia).

La Nebulosa Planetaria HDW 3 ripresa da Jim Shuder.

La Nebulosa Planetaria HDW 3 ripresa da Jim Shuder.

Per avere un’idea della sua scarsissima visibilità, si prenda ad esempio questa ottima ripresa di Jim Shuder ottenuta con un CCD Lab’s Q285M su un C8 f/5: 14 ore e mezzo di integrazione complessive nelle bande R, G, B, OIII, HA.

O l’altra, sotto, di Guido Weselowski che ha utilizzato un ST7E montato su un C14 f/3,6, integrando per 4,5 ore.

Durante l’espansione, il guscio di gas ha interagito con la materia interstellare producendo quella spettacolare forma intrecciata che si nota sul bordo superiore (il nord è in alto, l’est a sinistra in questa foto).

L’immagine è stata realizzata grazie al grande campo della camera Mosaic montata sul telescopio di 4 metri Mayall all’osservatorio di Kitt Peak.
Sono state utilizzate riprese in Idrogeno alfa (rosso) e Zolfo II (blu).

Il nucleo solido della stella progenitrice si è trasformato in una nana bianca, la WD 0322+452, che si attesta sulla magnitudine 17,5, ben al di là della visibilità con i telescopi amatoriali (che però possono riuscire facilmente a riprenderla fotograficamente). La nana bianca è visibile in nella foto del telescopio Mayall: è la stella blu a destra del centro della bolla.

La nebulosa è anche nota come: PK 149-09 1, HaWe 4, PN G149.4-09.2 e si trova alle coordinate: AR 03 23 48.90, Dec +45 13 55.1.

La Nebulosa Planetaria HDW 3 ripresa daGuido Weselowski.

La Nebulosa Planetaria HDW 3 ripresa daGuido Weselowski.

 

Il nostro post su Facebook: https://www.facebook.com/accademia.dellestelle/posts/788752157986856

📡 Segui la tua passione con noi!
_ _ _ _ _ _ _ _
I nostri prossimi appuntamenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *