Una riflessione sulla Superluna

PlenilunioNASA: la superluna di novembre è “una visione spettacolare”

La NASA definisce la “superluna” del 14 novembre una “visione spettacolare” e incoraggia tutti a cercare di assistere al fenomeno.

Per superluna si intende il plenilunio al perigeo, cioè alla minima distanza dalla Terra, ed in effetti quella di lunedì 14 novembre 2016 è una “super-superluna”, cioè un plenilunio con un record di vicinanza alla Terra rispetto alle altre superlune: la minima distanza nell’arco di 70 anni (una superluna con una distanza minore, come si legge sul sito della NASA, sarà nel 2034).

Ma cos’è in definitiva una superluna, e perchè la NASA ne parla?
La superluna non è altro che una luna piena che si verifica al perigeo: la Luna diventa piena una volta al mese e passa al perigeo una volta al mese, pertanto non c’è nulla di così raro o peculiare.
Tuttavia, dato che la Luna ha un’orbita piuttosto ellittica, il nostro satellite appare più grande del normale di circa l’8% (cosa di cui si ne può accorgere chi è ben abituato all’osservazione lunare) e più luminoso (e della maggior luminosità è facile accorgersi guardandosi attorno e notando il panorama illuminato e le ombre stagliate).

L’interesse principale della superluna però non è scientifico, ma culturale. Sapere che la Luna diventa piena quando è alla minima distanza in qualche modo accende l’immaginazione delle persone, che si interessano al fenomeno. È pertanto un’occasione fondamentale, per chi fa divulgazione (come la NASA, appunto, o anche l’Accademia delle Stelle), per incontrare il pubblico e fare una corretta informazione scientifica, dando la possibilità a chi si è incuriosito per la “superluna”, di avvicinarsi al cielo e alle sue meraviglie.
Insomma, è una vera e propria chiamata alle armi per tutti quelli che hanno un reale interesse per la diffusione della scienza, un’occasione per lavorare in modo che il pubblico “incuriosito” venga a sapere qualcosa di più sull’universo e alzi gli occhi al cielo.

Dato che ormai la superluna del 14 novembre è nota a tutti, è molto importante segnalare questa curiosità: una superluna si verificherà anche a dicembre. Non raggiungerà i numeri di quella di novembre ma è opportuno avvertire che le differenze, in questi record, sono veramente evanescenti, e assolutamente non rilevabili ad occhio nudo. E così, chi si dovesse perdere l’evento del 14 novembre, riprovi ad osservare il cielo il 13 dicembre: la Luna sarà più piccola di quella di novembre di meno dell’1%, una differenza così esigua da non essere rilevabile.

Buona visione!

L’articolo della NASA:
http://www.nasa.gov/feature/goddard/2016/novembers-spectacular-supermoon

Resoconto dell’evento realizzato dall’Accademia delle Stelle in occasione della superluna di novembre

Il nostro evento pubblico gratuito per osservare la Luna:
https://www.facebook.com/events/278429732552137/

La Superluna a Roma


Un articolo con qualche informazione in più per sapere tutto sulla superluna:
https://www.accademiadellestelle.org/cose-la-superluna/

[Seguiteci su http://www.facebook.com/accademia.dellestelle]

3 risposte a Una riflessione sulla Superluna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *